Progettazione europea, formazione, sviluppo locale e consulenza alle imprese.

L’Italia della cultura non vince

L’Italia della cultura non vince

Tra le tante iniziate promosse dall’Europa, spicca senza alcun dubbio Europa Creativa 14 20 : programma a sostegno del cinema, dell’arte visiva, della musica e di ogni attività culturale.
L’iniziativa è rivolta a tutti i Paesi membri dell’UE, anche l’Italia ha aderito all’iniziativa presentando una serie di progetti. Questi progetti presentati stando ai dati forniti da Europa Creativa 14 20 non hanno goduto del successo sperato: nel periodo che va dal 2014 al 2017 sono stati ben 418 (329 smaller 89 larger ) ed appena 39 quelli approvati (30 smaller 9 larger). In sostanza l’Italia è il Paese con il numero di progetti presentati più alto e paradossalmente quello con la percentuale più alta di insuccessi.
Le cause ovviamente sono molteplici, fra le tante quelle più significative sono un’incapacità del management e un deficit di capacità progettuale. Va sottolineato comunque che l’Europa continua ad investire in questa iniziativa, le due calls presentate nell’ultimo periodo sono un’occasione di riscatto per il Bel Paese.
Il 24 ottobre, presso l’ Istituto “Luigi Sturzo”, si terrà un seminario tenuto dal dottor Fabrizio Melorio, Responsabile dell’area formazione dell’ Istituto Luigi Sturzo, nel quale si affronterà la questione calls citata in precedenza.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>