Progettazione europea, formazione, sviluppo locale e consulenza alle imprese.

Bitonto si candida per diventare Capitale italiana della Cultura per il 2020

Bitonto si candida per diventare Capitale italiana della Cultura per il 2020

Giovedì 12 gennaio, il sindaco di Bitonto, Michele Abbaticchio e l’assessore al marketing territoriale Rino Mangini hanno tenuto un primo incontro per tastare il polso della città su una candidatura grazie alla quale Bitonto potrà competere a livello nazionale all’ambito titolo. Il sindaco in questo incontro ha espresso l’intenzione di partecipare al bando del Mibact indetto per marzo 2017. Secondo il primo cittadino Bitonto è ormai pronta ad offrire servizi e centri culturali senza paragoni, la città possiede infatti un valido sistema di beni culturali gestiti da soggetti individuati mediante bando pubblico, e arricchiti con servizi innovativi, come mai era avvenuto fino ad oggi. Molte sono state le iniziative culturali realizzate in questi anni, dal recupero del Teatro Traetta, alla valorizzazione del Museo archeologico De Palo-Ungaro, costruendo anche un polo multimediale nella Biblioteca comunale “Eustachio Rogadeo”. Ma non è tutto, nei prossimi mesi verranno avviati dei servizi che giustificheranno l’introduzione di un biglietto d’ingresso per alcuni attrattori culturali, quali ricostruzioni in 4D del centro storico nelle epoche passate, guide e segnaletiche mirate, iper-visioni, app e collegamenti con attività commerciali e turistiche, che dal 2012 si sono sviluppate enormemente.

Dopo Cagliari, Lecce, Perugia, Ravenna e Siena (2015), Mantova (2016) e Pistoia (2017), sulla scia della vicina Matera eletta capitale europea della cultura per il 2019, anche Bitonto può quindi proporsi come città culturale ed elevarsi al rango delle grandi metropoli italiane. Alla città vincitrice sarà destinato un contributo di un milione di euro e l’esclusione dal vincolo del patto di stabilità delle risorse investite nella realizzazione del progetto.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>